Biometria

Dal 14 settembre 2015 tutti i richiedenti di un visto Schengen dovranno presentarsi personalmente per la consegna dei documenti ed effettuare contestualmente il rilevamento delle impronte digitali (le impronte delle dieci dita verranno rilevate digitalmente).

Le impronte digitali, rilevate presso le Rappresentanze Diplomatiche oppure i centri visti, verranno conservate e rimarranno disponibili nei cinque anni successivi per eventuali ulteriori richieste di visto per qualsiasi paese aderente allo spazio Schengen.

Alcune categorie di richiedenti sono tuttavia esenti dall’obbligo di rilevamento delle impronte digitali:

1) I bambini di età inferiore ad anni dodici;

2) Le persone per le quali è fisicamente impossibile rilevarle;

3) I Capi di Stato o di Governo ed i membri dei Governi nazionali, accompagnati dalle/dai consorti, i membri della loro delegazione ufficiale quando sono invitati dai Governi degli Stati membri o da organizzazioni internazionali in visita ufficiale;

4) I Sovrani e altri importanti membri di una casa reale quando sono invitati dai Governi degli Stati membri o da organizzazioni internazionali in visita ufficiale.

I visti rilasciati in precedenza saranno validi fino alla data di scadenza.

Preghiamo di rivolgere l’attenzione al fatto  che il Consolato Generale d’Italia si riserva il diritto di richiedere nuovamente le impronte digitali di richiedenti che hanno superato la procedura di dattiloscopia in qualsiasi ufficio della rappresentanza dei Paesi dell’Accordo di Schengen negli ultimi 5 anni.