Garanzie finanziarie

Il cittadino straniero che intenda fare ingresso nel territorio italiano, o nello Spazio Schengen, deve disporre di mezzi finanziari che possano garantire il proprio sostentamento durante il soggiorno previsto. La disponibilità dei mezzi finanziari di sostentamento è considerato, dunque, uno dei presupposti indispensabili per l’ingresso nello Spazio Schengen.

La disponibilità finanziaria richiesta per recarsi in Italia è calcolata sulla base dei parametri approvati dal Ministero dell’Interno italiano (vedi tabella). Questa somma deve includere il costo del viaggio e del soggiorno, se non sono stati pagati.

A titolo di garanzie finanziarie possono essere presentati uno o più dei i seguenti documenti:

originale dell’estratto conto con il timbro e la firma del funzionario autorizzato della persona che richiede il visto (in qualsiasi valuta). L’estratto conto ha una validità massima di 1 mese;

originale e copia del libretto di risparmio;

copia della carta di credito più la copia dell’estratto conto. La copia della carta di credito valida del richiedente con nome e cognome. La ricevuta ATM incluso il saldo del conto. La ricevuta ATM è valida per un periodo massimo di 3 giorni calcolati dal giorno in cui è stata stampata dall’ATM al giorno della presentazione della domanda di visto;

fidejussione bancaria oppure, in alternativa, la polizza fidejussoria, in copia sottoscritta dell’invitante.

Il sostegno economico in favore di terzi è possibile solo per i parenti stretti che partecipano congiuntamente al viaggio con la presentazione di documenti attestanti la relazione familiare: per i bambini – certificato di nascita (copia e originale) per i coniugi – certificato di matrimonio (originale e copia). Nel caso in cui il proprio cognome fosse cambiato, devono essere forniti ulteriori documenti giustificativi (ad esempio: il certificato di matrimonio o il certificato attestante la modifica del cognome). Deve inoltre essere fornita la prova di viaggio del parente: vaucher di viaggio / prenotazione dei biglietti e dell’alloggio, e le garanzie finanziarie fornite di chi sostiene le spese. Se chi sostiene le spese ha già un visto Schengen italiano in corso di validità, deve essere presentata una copia di tale visto e una copia della pagina del passaporto di chi sostiene le spese, contenente i del titolare e il periodo di validità. Se il visto in corso di validità di chi sostiene le spese è stato rilasciato da missioni diplomatiche di altri paesi Schengen, deve essere presentato anche l’originale del passaporto di chi sostiene le spese.

Le garanzie finanziarie possono essere fornite in rubli, dollari e sterline sulla base dei tassi di cambio dell’euro.

Risorse finanziarie necessarie per l’ingresso ed il soggiorno sul territorio italiano (in euro)

Durata del viaggio Un partecipante Ognuno del gruppo (2 o piu’)
1-5 giorni: quota fissa complessiva 269,60 212,81
6-10 giorni: quota a persona giornaliera 44,93 26,33
11-20 giorni: quota fissa + quota giornaliera a persona 51,64
36,67
25,82
22,21
 piu’ di 20 giorni: quota fissa + quota giornaliera a persona 206,58
27,89
118,79
17,04

*Come calcolare? Per il viaggio di 15 giorni: 51,64 (quota fissa) + 36,67 * 15 = 601,69 euro.

I seguenti documenti non possono essere presentati come garanzia finanziaria: certificato di 2NDFL, certificato del cambio di valuta, denaro contante o estratto del conto corrente bancario senza il timbro e la firma del funzionario autorizzato. Un’eccezione a quanto sopra viene applicata se l’estratto del conto corrente bancario presentato è rilasciato dalla banca Tinkoff, ovvero in caso di estratto del conto corrente elettronico ottenuto da filiali di banche che non sono presenti sul territorio della Federazione Russa.