Home page  >  Documenti per Mosca > Visto per lavoro subordinato

Visto per lavoro subordinato

Per le richieste di visto di tipo «D» (nazionale), tutti i documenti devono essere tradotti in italiano. Le traduzioni devono essere effettuate da traduttori accreditati dal Consolato Generale d’Italia a Mosca oppure tramite notaio. I documenti fatti in inglese non vanno tradotti.

1. Nulla Osta al lavoro viene rilasciato su richiesta del datore di lavoro. Lo Sportello Unico provvederà ad inviare alla Rappresentanza Diplomatica il Nulla Osta al lavoro.

2. Il contratto, in caso il datore di lavoro sia un ente giuridico

3. Prenotazione del biglietto aereo di richiesta di visto tipo “C” Continua…

4. Assicurazione medica valida per i paesi dello Spazio Schengen di richiesta di visto tipo “C” Continua…

5. Fotocopia della pagina del passaporto valido per l’espatrio riportante i dati del richiedente e una fotografia del medesimo

6. Formulario di richiesta di visto depende del tipo di visto. Continua…
Durante la prenotazione dell’appuntamento attraverso il sito per la richiesta del visto tipo C il formulario sarà compilato automaticamente.
Per trovare il formulario della richiesta del visto tipo D cliccare
qui.

7. Fotografia recente in formato tessera Continua…

8. Il titolo di viaggio Continua…

9. Una garanzia finanziaria personale di richiesta di visto tipo “C” Continua…

10. Ricevuta attestante l’avvenuto pagamento dei diritti consolari (Banca Intesa) Continua…

11. Passaporto nazionale (originale e copia della pagina con una foto e della pagina con la registrazione)

12. Consenso al trattamento dei dati personali Continua…

 

Vi informiamo che oltre ai diritti consolari e ai servizi complementari dopo la consegna dei documenti dovete effettuare il pagamento dei servizi del Centro Visti. Potrete trovare tutte le informazioni sui costi nel link.

Ulteriori informazioni sulla presentazione dei documenti sono disponibili nella sezione «Informazioni importanti»

In caso di altre domande potete contattarci Continua…