Home page  >  Esenzioni dal pagamento della tariffa consolare

Esenzioni dal pagamento della tariffa consolare

Le seguenti categorie di persone sono esenti dal pagamento della tariffa consolare (di richiesta di visto tipo “C”):

– i parenti stretti dei cittadini dell’Unione Europea e della Confederazione Svizzera determinati nell’articolo 2 dell’art №30/2007 della Direttiva UE №2004/38/UE:
coniuge, partner con unione registrata in uno degli Stati membri, se equiparata al matrimonio dallo Stato ospitante; discendenti diretti di eta` inferiore a 21 anni o a carico e quelli del coniuge o partner; ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge o partner;
– i parenti stretti dei cittadini della Federazione Russa che non sono i cittadini dell’UE, ma sono i residenti legali dei paesi dell’Unione Europea, cioè quelli che hanno il Permesso di soggiorno sul territorio dell’UE (ad eccezione della Confederazione Svizzera): coniugi, figli (anche adottivi), genitori (anche i tutori), nonni e nipoti (ai sensi dell’articolo 6 dell’Accordo tra Unione Europea e Federazione Russa di semplificazione di rilascio dei visti).

In entrambi casi, è necessario fornire la prova di parentela (i certificati di nascita, matrimonio, ecc) con medesimo cittadino, una copia del passaporto o del permesso di soggiorno del cittadino residente sul territorio dell’UE.

Per i cittadini della: Federazione Russa, Armenia, Azerbaigian e Ucraina (ad eccezione per i possessori di passaporto biometrico) non è richiesto il pagamento dei diritti consolari per le seguenti categorie (di richiesta di visto tipo “C”):

– congiunti di cittadini dell’Unione Europea e di cittadini svizzeri;
– minori di età inferiore a 6 anni al momento della presentazione della richiesta;
– persona disabile (tutte le categorie di disabilità) con originale e copia del certificato attestante la disabilità e un solo accompagnatore (l’accompagnatore deve essere maggiorenne);
– partecipanti ad eventi sportivi giovanili internazionali e gli accompagnatori;
– partecipanti a programmi di scambi ufficiali organizzati da città gemellate.

Per tutti i cittadini di altra nazionalità non è richiesto il pagamento dei diritti consolari per le seguenti categorie (di richiesta di visto tipo “C”):

– congiunti di cittadini dell’Unione Europea e di cittadini svizzeri;
– minori di età inferiore a 6 anni al momento della presentazione della richiesta;